Stato brado

Il Canto delle Muse


Nacqui selvaggio,
e fiero del mio stato
vago nella bellezza
di boschi e praterie,
tengo il passo o galoppo
per un piacere ch’è soltanto mio,
non per gareggiare
nè per vantare mia prestanza.
Hanno tentato di catturarmi
ma ho schivato il lazo,
son stato  più scaltro di coloro
cui non cederò mai, nemmeno
per carezza che vela cappio mortale.
Nessun uomo può farmi provare
la mia vera natura,
così come la intendo e vivo;
vado dove c’è vento e coraggio,
senza carezze e strigliate di fino,
e se proprio dovrò morire,
vorrei non fosse per mano umana
come per alcuni della mia specie,
abbattuti perchè azzoppati,
o triturati in un insaccato
appeso a stagionare.
Sono nato libero, tale voglio restare.

Daniela Cerrato, 2017
P.S. Naturalmente apprezzo tutti coloro che amano questi splendidi animali e vivono con loro un rapporto davvero speciale.

Disegno di Giorgio De Chirico

Horse on the shore of a lake via Giorgio de Chirico

View original post

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s